ester-bonafedeIn Sicilia 5.440 euro al mese per fare l’assessore alla Regione sono pochi. A ritenere bassa la cifra e’ l’assessore regionale al Lavoro Ester Bonafede, che nella giunta Crocetta rappresenta l’Udc. “E’ un paradosso che un assessore regionale guadagni meno del suo capo di gabinetto, meno di un deputato e, in certi casi, perfino di un commesso, ma e’ cosi’”, ha detto l’assessore parlando commentando gli effetti della delibera applicativa della spending review in vigore dal primo gennaio che ha ridotto anche le indennita’. “Oltre ai tagli orizzontali – afferma Bonafede – gli assessori subiscono la tassazione dell’unica indennita’ percepita per intero. Cosi’ per quanto mi riguarda, il mio stipendio netto, con la tassazione al 44%, e’ di 5.440 euro mensili”. E aggiunge: “L’attivita’ di assessore non prevede pause e vacanze, meriterebbe un riconoscimento economico proporzionato al lavoro svolto, ai risultati ottenuti e all’assunzione delle responsabilita’ connesse”. “Di conseguenza – prosegue – tutti gli assessori della giunta tecnica avvertono, dall’entrata in vigore della legge, di essere discriminati, perche’ non viene riconosciuto loro nemmeno lo stesso trattamento dei deputati”.

Ilaria Calabrò