La Trinacria conquista il social più cool.

  • Sicilia su TikTok: è una delle tappe di “Ti racconto l’Italia“.
  • Il progetto è dedicato al racconto creativo del territorio italiano.
  • I contenuti dedicati all’Isola si scoprono con gli hashtag #tiraccontolitalia e #TikTokSicilia.

La notorietà della Sicilia non conosce confini. Le foto e i video spopolano su tutti i social e conquistano le home page tra spiagge da favola e, soprattutto, prelibatezze enogastronomiche. Nessuno resiste a questo fascino, inclusa la community più cool. La Sicilia è, infatti, protagonista su TikTok, come tredicesima tappa di “Ti racconto l’Italia“. Si tratta di un progetto dedicato al racconto creativo del territorio italiano, sviluppato con l’obiettivo di valorizzare realtà e culture locali. Una vetrina per tradizioni e nuove tendenze, tra dialetti, moda, musica, cucina, luoghi e aneddoti regionali. I contenuti dedicati alla Sicilia si possono scoprire, creare e condividere con gli hashtag #tiraccontolitalia e #TikTokSicilia. Scopriamo qualcosa in più.

Sicilia su TikTok: #tiraccontolitalia e #TikTokSicilia

Ti Racconto l’Italia” mette al centro la creatività dei Creator e la varietà dei loro contenuti raccontati con un nuovo linguaggio comunicativo fatto di video brevi. Tra i 4 ambassador del progetto che porta la Sicilia su TikTok c’è anche Diletta Secco, di origini siciliane. Per qualche giorno è andata in Sicilia portando la community alla scoperta di Palermo, tra tradizioni e cucina locale, per poi trascorre qualche momento con tutta la famiglia e preparare live su TikTok la caponata. Come in tutti i viaggi più belli, anche #tiraccontolitalia ha la sua colonna sonora: per ispirare le creazioni di video è disponibile in app la Playlist Ti Racconto l’Italia a cui si aggiunge la playlist dedicata #TikTokSicilia. La playlist include brani di cantautori siciliani, come “La Cura” di Franco Battiato, ma anche “Musica Leggerissima” di Colapesce & Dimartino e grandi classici iconici: “Ciuri Ciuri” di Gian Campione e “Tarantella Siciliana” di Pino Villa. Foto: Stijn Nieuwendijk – (CC BY-NC-ND 2.0).

Articoli correlati