I Taralli Siciliani sono biscotti a forma di ciambelline, molto noti in tutta la Sicilia. La ricetta è una delle più tradizionali ed è aromatizzata all’anice. Sono glassati con zucchero e limone, quindi sono avvolti da un guscio esterno, ma dentro sono umidi e friabili.

Seguendo il procedimento, si ottiene un risultato che si scioglie in bocca. Rispetto a un classico impasto di biscotti, quello dei taralli siciliani risulta più morbido, ma non preoccupatevi: deve essere proprio così.

Tradizionalmente si preparano per la Festa dei Morti, ma si trovano tranquillamente tutto l’anno nelle pasticcerie e nei panifici. Nella stessa tipologia rientrano i Tetù e i Teio, che hanno una forma diversa e una glassa anche al cioccolato, oltre che al limone.

Ricetta Taralli Siciliani

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 150 g di zucchero semolato
  • 5 g di ammoniaca per dolci
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 100 g di strutto
  • 2 uova
  • 2 limoni non trattati
  • 1 cucchiaino di semi d’anice
  • 250 di zucchero a velo
  • farina
  • latte
  • sale

Procedimento

  1. Setacciate la farina con il lievito e impastatela con lo strutto, lo zucchero semolato, 2 cucchiai di succo di limone, la scorza grattugiata di entrambi i limoni, l’ammoniaca, i semi d’anice e le uova.
  2. Aggiungete un pizzico di sale e il latte necessario per fare ammorbidire il composto.
  3. Cospargete di farina la spianatoia e ricavate dei bastoncini. Attorcigliate i bastoncini su se stessi e poi unite le estremità per formare le ciambelline.
  4. Adagiate i taralli in una teglia rivestita di carta da forno e infornate a 170° per 25-30 minuti.
  5. Stemperate lo zucchero a velo con 2 cucchiai di latte e 4 cucchiai di succo di limone.
  6. Sbattete il composto con una frusta, fino a ottenere una crema liscia.
  7. Spennellate i biscotti tiepidi con la glassa e lasciateli asciugare in forno a 150° per 5 minuti.
  8. Fate freddare e gustate.

Buon appetito!

Foto di Gino Di Leo

Articoli correlati