Tiziana Cantone non ha retto e si è suicidata. Aveva appena 31 anni. La pubblicazione online di alcuni video dei suoi rapporti sessuali con un uomo, con la ferocia del web a seguire, l'ha distrutta psicologicamente. Già qualche mese fa aveva provato a togliersi la vita; ieri, nell'appartamento di Mugnano (Napoli) che condivideva con la madre, ci ha riprovato e purtroppo ce l'ha fatta. La ragazza si è impiccata. 

Della storia di Tiziana Cantone si era cominciato a parlare prima dell’estate 2015, quando uno dei video che aveva girato (sei in tutto), in cui la si vedeva fare sesso orale con un uomo, era circolato ovunque in rete. Il video era diventato anche oggetto di numerose parodie.

Molte pagine web sono state rimosse, ma facendo qualche ricerca più approfondita si scorgono ancora le tracce. Sospinta da insulti, minacce e tutto il contorno più becero, la ragazza aveva deciso di lasciare il suo lavoro e la sua città, Casalnuovo di Napoli, per passare qualche mese in Toscana. Le era anche stato dato disco verde per il cambio del nome.

Secondo "Fanpage", che cita alcuni passaggi della denuncia presentata contro chi aveva diffuso i video, Tiziana Cantone, che come detto aveva già tentato almeno una volta di uccidersi, soffriva di attacchi di panico e non usciva più di casa tranquillamente. Secondo il "Corriere della Sera", oltre alle indagini ancora in corso sulla diffusione del video, ora la procura di Napoli ha aperto anche un’indagine per istigazione al suicidio.