Era completamente congelato a 12 metri di altezza. Rimane avvolta dal mistero la morte del famoso climber Yevgeny Tikhonov: il 36enne aveva raggiunto la popolarità arrampicandosi sui palazzi, ma proprio in cima a un edificio ha terminato la sua esistenza. È stato trovato da una ragazzina, appeso, ed è probabile che stesse tentando una nuova impresa.

Ancora poco chiara la dinamica dell'incidente, ma sembra potersi escludere l'ipotesi del suicidio. Il palazzo è un dormitorio studentesco della cittadina siberiana di Kemerovo e sembra che il corpo fosse lì da diverso tempo. Nella zona si sono toccati in questi giorni i 27 gradi sottozero. Tikhonov era considerato un climber molto esperto e, inoltre, il palazzo del dormitorio non era particolarmente alto: come riportato dal Daily Mail, si indaga sull'accaduto.