Un'incredibile storia di orrore familiare arriva dal Canada. La CBC racconta i misfatti di Jacques Lesage, 79 anni, che sarà condannato per aver violentato due delle sue figlie (Lucie, 53 anni, e Nathalie, 49) per un periodo di 32 anni. Da una di loro ha avuto tre figli. Nel corso del processo, l’uomo ha poi rivelato di essere anch’egli il frutto di un incesto. Anche l’altra sorella delle due vittime, Chantal Knippenberg, afferma di essere stata abusata dal padre, ma in tal senso non sarebbe stati trovati elementi utili ad aggravare la posizione dell’imputato.

Martedì, in un tribunale del Quebec, l'uomo ha rivelato di essere nato da un incesto: sua madre era anche sua sorella. L’uomo, padre di otto figli, ha inoltre rivelato di essere stato violentato dal padre e da altre persone in un orfanotrofio cattolico. Lesage ha generato tre figli da Lucie, il maggiore dei quali è nato quando la figlia aveva solo 13 anni e, essendo gravemente disabile, richiede attenzione costante. L’accusa ha ricostruito il passato dell’uomo, facendo emergere particolari assolutamente scabrosi: "Andava a prendere le figlie a scuola solo per poi farci sesso a casa. Quindi le riportava a scuola per le lezioni pomeridiane".

I legali dell’imputato hanno chiesto "una sentenza clemente" evidenziando che il 79enne era stato costretto alla rimozione dei genitali per fermare la diffusione del cancro, suggerendo che non era più una minaccia. C’è da dire che Lesage ha ammesso lo stupro di Lucie solo dopo che i test del Dna hanno dimostrato che i tre figli della 53enne erano dell’uomo. Il padre ha però affermato di essere convinto che la donna fosse sua figlia biologica al momento degli abusi, ma che la moglie avesse una relazione con un altro uomo che era il suo vero padre. "Tutto ciò che quest’uomo ci ha dato sono stati gli abusi sessuali", ha detto Nathalie, figlia minore di Lesage. In questi giorni dovrebbe arrivare la condanna: l'accusa ha chiesto 22 anni di carcere.