PALERMO – Si attendono i risultati dell'autopsia per fare luce sulla morte di Luigi Faccilongo19 anni. Il ragazzo si era sentito male venerdì notte, mentre si trovava con alcuni amici in via dei Candelai, nel centro di Palermo. La Procura ha aperto un'inchiesta, al fine di accertare eventuali responsabilità dei sanitari del 118: i familiari hanno presentato una denuncia, poiché non c'era un medico a bordo dell'ambulanza che lo ha soccorso. Il giovane è andato in arresto cardiaco. 

Sono ancora molti i dettagli da chiarire: Luigi si trovava nel pub "Chupitos" e, poco dopo le 2 di notte, si è sentito male. Secondo quanto dichiarato dagli operatori del 118, in seguito alla chiamata degli amici, i quali avrebbero descritto la situazione come non grave, dalla sala operativa è stato affidato un è stato affidato un codice giallo. L'ambulanza sarebbe arrivata sul posto in 10 minuti e in 15 minuti il ragazzo sarebbe arrivato in ospedale. Ulteriori chiarimenti potrebbero arrivare in seguito all'esame autoptico.