Una bambina di 12 anni nel corpo di un'anziana: Karen Ordonez era riuscita a conquistare il cuore della sua Colombia per la lotta contro una malattia estremamente rara. Si tratta della progeria, condizione che di fatto invecchia precocemente le cellule facendo apparire i bimbi che ne sono affetti come anziani.

Karen è morta pochi giorni fa suscitando la commozione di decine di migliaia di persone che si erano appassionate alla sua battaglia, quando riuscì a ottenere da un comandante di polizia una "promozione", ovviamente simbolica, ad agente, il suo sogno di una vita.

La progeria, anche nota come sindrome di Hutchinson-Gilford, è una patologia che causa l'invecchiamento precoce pur non alterando la mente, che resta l'unico indice della vera età del malato. Nei bambini che ne soffrono, non più di uno su otto milioni, causa l'insorgere di malattie tipiche degli anziani e porta l'individuo a una morte precoce, in genere dopo pochi anni di vita.

I nati con progeria normalmente hanno un'aspettativa di vita pari a 20 anni, anche se Karen è riuscita ad arrivare solo a 12 anni. Al momento non esistono cure contro la sindrome di Hutchinson-Gilford