CAMPOBELLO DI MAZARA (TRAPANI) – Il Pantano Leone di Campobello di Mazara rischia di prosciugarsi con la conseguenza di far scomparire l’habitat favorito da molte specie migratorie che utilizzano la laguna per nidificare e per la sosta. Ne dà notizia il "Giornale di Sicilia", che fa riferimento all'allarme sollevato da alcuni ambientalisti.

In testa al gruppo di esperti c'è Enzo Sciabica, che da più di dieci anni segue le vicissitudini che hanno interessato il Pantano: dapprima lo scarico dei reflui della città, poi la fase di attivazione del nuovo depuratore più a valle e la necessità di alimentare con altre acque, oltre quelle piovane dirette, il Pantano.

La preoccupazione degli ambientalisti è aumentata dopo che qualche settimana fa il consigliere comunale Tommaso Di Maria del M5S ha documentato con un video che dalla condotta di acque piovane (che in parte dovrebbe alimentare il Pantano) uscivano reflui dall’odore nauseabondo e sullo sfondo i mezzi del Comune stavano intervenendo, a quanto pare, per manutenzione ordinaria della condotta.