Aggrediti solo per aver difeso un detenuto di colore. Vittime due agenti di polizia penitenziaria dell’Istituto Penale Minori di Acireale, in provincia di Catania, i quali sono stati assaliti da otto detenuti durante l’ora dei passeggi. Una spirale di violenza che prende il via quando gli stessi otto minori, tutti italiani, colpiscono con violenza un detenuto di colore, sottratto all’aggressione e portato in sicurezza da un agente e da un assistente capo.

I due poliziotti penitenziari, "rei" di aver difeso il detenuto di colore, sono stati a loro volta assaliti da calci, pugni e colpi di bastone, quest’ultimo oggetto sottratto a un detenuto impegnato nelle pulizie. A dare notizia dell'esecrabile avvenimento è UILPA, il sindacato di Polizia Penitenziaria. In particolare, il segretario Armando Algozzino sottolinea la necessità di "avviare una riflessione profonda sull’esiguità degli organici negli Istituti Minorili, una condizione che mette a repentaglio sia la vita del personale che quella dei detenuti".

Algozzino punta i riflettori sull’organico ridotto, se è vero che nel momento dell’aggressione in tutto l’Istituto erano presenti solo quattro poliziotti penitenziari, a fronte dei quindici detenuti ai passeggi.