Addormentarsi ogni sera alla stessa ora aiuta il cuore a rigenerarsi dopo le fatiche del giorno e, di conseguenza, riduce il rischio di malattie cardiache. Secondo un gruppo di scienziati della Northwestern University di Chicago, infatti, una routine regolare del sonno aiuta il cuore a filtrare gli ormoni dello stress, mentre le persone con un ritmo disordinato hanno maggiori rischi di soffrire di problemi cardiaci.

Ecco perché le persone che lavorano di notte o che viaggiano spesso attraverso i fusi orari hanno maggiori probabilità di soffrire di problemi cardiaci. Dormire a sufficienza, per lo stesso numero di ore a notte, aiuta il cuore a ringiovanire. Non è la prima volta che i medici mettono in guardia sulle conseguenze di un sonno irregolare, tra cui obesità, diabete, malattie cardiache e persino tumori. Ma non erano mai riusciti a individuarne le cause esatte.

Quasi tutti gli esseri viventi, al di là di tutto, hanno un proprio ritmo circadiano, il cosiddetto "orologio interno", che sincronizza le funzioni corporee fondamentali al modello di 24 ore della rotazione della Terra. Negli esseri umani, l'orologio biologico è regolato dai sensi, ad esempio dal modo in cui l'occhio percepisce la luce e il buio, o dalle variazioni di temperatura percepite dalla pelle.