Allarme a Sciacca per dei casi riscontrati di epatite C tra alcuni pazienti affetti da talassemia in cura all'ospedale Giovanni Paolo II. La procura ha aperto un’inchiesta. Come racconta "La Sicilia", i Nas di Palermo stanno seguendo le indagini setacciando da giorni i documenti riguardanti i pazienti talassemici, sia quelli che hanno contratto il virus, sia gli altri, in tutto un centinaio di persone.

L'ipotesi da confermare o escludere è che la trasmissione del virus sia dovuta a trasfusioni infette. Gli inquirenti hanno rintracciato e richiamato i donatori di sangue degli ultimi sei mesi per sottoporli a nuovi esami. Tuttavia, al momento, gli accertamenti avrebbero dato esito negativo.