Nuova allerta meteo di colore giallo per la Sicilia. Il maltempo continuerà a insistere su parte della nostra Isola, anche nella giornata di mercoledì 16 febbraio. Le previsioni per le prossime ore.

Allerta Meteo e previsioni per mercoledì 16 febbraio

La quarta perturbazione del mese di febbraio continua a portare piogge e instabilità su parte dell’Italia, incluso l’estremo Sud del Paese. Per un miglioramento, bisognerà attendere giovedì 17 ma, prima, dovremo ancora fare i conti con qualche capriccio meteorologico.

Prima di lasciare l’Italia, la perturbazione porterà maltempo al Sud nella giornata di mercoledì 16 febbraio.  Si attendono piogge sparse e nevicate in montagna. Nel resto d’Italia, invece, la giornata sarà sostanzialmente asciutta ma piuttosto nuvolosa a causa di una perturbazione che, sfilando al di là delle Alpi, lambirà il nostro Paese.

Da giovedì 17 l’alta pressione tornerà, invece, a occupare con decisione l’Italia garantendo così, nella seconda parte della settimana, prevalenza di tempo stabile e temperature in sensibile aumento. Raggiungerà valori particolarmente miti per la stagione con un clima da inizio primavera in molte regioni.

Per domani, mercoledì 16 febbraio, la Protezione Civile ha diramato una nuova allerta meteo con criticità gialla. Le zone della Sicilia interessate sono: Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico.

Domani cielo nuvoloso al Sud e Isole, con piogge sparse nel corso del giorno su Salento, Calabria, Sicilia e Sardegna. Neve sulle montagne di Calabria e Sicilia oltre 1000-1200 metri. Temperature massime in rialzo al Nord e Toscana, in calo nelle regioni centrali adriatiche e al Sud. Ventoso per venti di Maestrale sulle Isole Maggiori, altrove venti per lo più deboli.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati