alloroL'alloro è una pianta aromatica molto diffusa nella nostra amata Sicilia.
Appartiene alla famiglia delle Lauraceae e si presenta come un arbusto di varie dimensioni (anche se in realtà si tratta di un albero che potrebbe raggiungere anche i 10 metri di altezza).
E' una pianta perenne, il fusto è eretto e la corteccia verde nerastra.
Le foglie son di colore verde scuro, coriacee e lucide nella parte superiore. Il loro profumo è intenso e caratteristico. Non per nulla i nostri nonni ne hanno fatto un ingrediente fondamentale di molte ricette culinarie e non per nulla, ad oggi, l'alloro è  inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf) come prodotto tipico siciliano.
 

Come viene utilizzato l'alloro?

Dell'alloro si utilizzano soprattutto le foglie.
In cucina lo si usa per aromatizzare i secondi piatti.
Ma quello di cui vorrei parlare in questa pagina in maniera approfondita è l'uso medico che si fa tutt'oggi dell'alloro. Esso infatti può essere usato per preparare decotti rinfrescanti dalle peculiari qualità digestive o liquori antisettici ed utili nel curare tossi, bronchiti e non solo.

 

C'è un periodo migliore degli altri in cui raccogliere le foglie d'alloro?
Si, in inverno e ad inizio primavera.

Proprietà terapeutiche dell'alloro

Cosa c'è all'interno di una foglia d'alloro?
All'interno delle foglie d'alloro troviamo l'eugenolo (composto aromatico idrossilato) ed il limonene + tanti altri composti volatili.

Dovete sapere che l'eugenolo è stato a lungo usato in profumeria (come aroma e olio essenziale) e in medicina (come antisettico e anestetico).
Oggi i suoi derivati sono presenti in composizioni di assorbenti di raggi UV, analgesici, antibiotici ed antisettici.

 

Nota. Un sovradosaggio potrebbe dare convulsioni, diarrea, nausea, svenimento e/o tachicardia.

 

Per quanto riguarda il limonene (d-limonene), invece, esso è un idrocarburo, un monoterpene ciclico. Da tanto tempo è usato per la produzione di prodotti cosmetici e nell'industria alimentare (come insaporitore). Tuttavia solo di recente si sta studiando il d-limonene come possibile applicazione medica contro il cancro e l'aids, per via delle stesse proprietà insetticide già conosciute da tempo ai botanici.

Secondo studi relativamente recenti, infatti, il d-limonene sembrerebbe possedere delle proprietà anticancerogene (Tsuda H, Ohshima Y, Nomoto H, et al. [agosto 2004]).

I ricercatori, a seguito della somministrazione di limonene, hanno notato un innalzamento dei livelli di enzimi epatici usati nella neutralizzazione delle cellule tumorali. Esso inoltre promuoverebbe il sistema GST (Glutatione-S-Transferasi, implicato nell'eliminazione dei carcinogeni) del fegato e dell'intestino.
Altri studi su animali hanno evidenziato le proprietà chemiopreventive del limonene e la sua capacità, se presente nella dieta, di ridurre la crescita del tumore mammario.

 

E poi?

Oltre alla componente volatile, all'eugenolo ed il limonene, le foglie fresche di alloro contengono una abbondante quantità di vitamina c (in 100 grammi di foglie ne troviamo 46,5), acido folico (in 100 grammi di alloro ve ne sono 180 mgrammi), vitamina A, vitamine del gruppo B (niacina e riboflavina su tutte) e sali minerali (potassio, rame, calcio, manganese, ferro, selenio, zinco e magnesio).

Inoltre è presente l'acido laurico al quale sono assegnate proprietà repellenti naturali contro insetti e parassiti.


Proprietà in evidenza
 

Le principali proprietà riconosciute all'alloro sono:

proprietà astringenti;

proprietà diuretiche;

proprietà stimolanti dell'appetito.

Stomaco ed intestino

Chi dovesse momentaneamente soffrire di mal di pancia potrebbe trovare nell'alloro un valido alleato. L'infuso di alloro è forse il rimedio popolare più usato da noi siciliani contro i dolori di stomaco e le coliche.
Esso favorisce la digestione, è un tonico naturale per l'apparato digerente e aiuta ad espellere eventuali gas.

 

Nota. Realizzare l'infuso è molto semplice. Basta sminuzzare 5 o 6 foglie secche di alloro in una tazza di acqua bollente. Inoltre, se bevuto caldo, l'infuso riesce spesso ad impedire l'evolversi di un raffreddore o di una brutta influenza.

Dolori articolari e reumatismi
 

Il macerato oleoso a base di foglie d'alloro è un valido rimedio in caso di dolori articolari, reumatismi ed artrosi. Basta fare dei massaggi o degli impacchi nelle zone interessate.

Catarro bronchiale
 

Sembrerebbe che l'alloro possa tornare utile nell'eliminazione del catarro bronchiale.

Mal di testa ed emicrania

Anche qui bisogna andarci con le pinze. Pare che gli estratti di foglie di alloro riescano a curare il comune mal di testa e l'emicrania.

 

Autore | Viola Dante; Seguimi anche sul mio sito web.