filiEra l'operaio addetto alla sorveglianza ed eventualmente alla riparazione delle linee aeree elettriche, telegrafiche e telefoniche, e, in certi ambiti, della rete aerea delle ferrovie e tranvie elettriche. Aveva il compito di individuare, a vista, percorrendo il tracciato di una palificazione, guasti ai circuiti aerei causati da rotture e provvedere di conseguenza. Fino a qualche decennio orsono (molto raramente oggi), i tralicci venivano montati pezzo per pezzo, procedendo dalle fondamenta verso la cima. Attualmente i tralicci e i sostegni tubolari vengono assemblati trasportando sezioni premontate, trasportate e montate con l'ausilio di gru o elicotteri. Una volta eretto il traliccio, si passa alla fase di posa del conduttore, che viene trainato per mezzo di una apposita "fune di traino". Attraverso dei caterpillar si passa alla fase di tesatura, che permette di tendere (e sollevare) il conduttore fino alla quota desiderata. Quindi la vecchia romantica figura del guardia fili è andata in pensione, per sempre.

Foto inviata da Pino Catalano