Anche quest'anno è stata redatta la "Guida Blu" di Legambiente e Touring Club Italiano, classifica del mare più bello che premia con le cinque vele 19 località marine e 7 laghi, raccogliendo così il meglio che l'Italia può offrire in termini di pregio naturalistico, gestione del territorio, servizi, centri storici ed enogastronomia. Per il 2016 la regione superstar è la Sardegna, che conquista la prima posizione con Domus de Maria, vicino Cagliari, e vanta ben cinque località tra le migliori. Non poteva ovviamente mancare la Sicilia, che occupa i posti alti della classifica, con Salina e San Vito Lo Capo, due fantastiche località entrate nel cuore dei siciliani e dei tanti turisti che ogni anno le visitano. 

Ecco le prime 10 classificate

Domus de Maria (Ca)
Pollica (Sa)
Castiglione della Pescaia (Gr)
Posada (Nu)
Santa Marina Salina (Me)
San Vito Lo Capo (Tp)
Vernazza (Sp)
Maratea (Pz)
Capalbio (Gr)
Otranto (Le)

Sono 'new entry' della classifica del mare più bello Castro (Le) e Santa Teresa di Gallura (Ot); e poi Roccella Jonica (Rc). Per quanto riguarda le isole minori, in cima alla classifica c'è Santa Marina Salina (Me), che si conferma come più virtuosa amministrazione delle Eolie. «Questa guida – ha spiegato la presidente di Legambiente, Rossella Muroni – raccoglie 35 tra le più belle zone balneari del nostro Paese, ammirate in tutto il mondo: dalle Cinque Terre alla Penisola sorrentina, dalla Costa cilentana alla Maremma e al Salento. Oltre alla qualità delle acque di balneazione e del paesaggio naturale, questi luoghi possono vantare un'offerta turistica 'verde', con un'ospitalità curata e sempre più mirata alla qualità».