Il caldo di questi giorni non dà tregua neanche nelle località di montagna ed è inevitabile che, di fronte alle temperature da record, si velocizzi un po' il processo di scioglimento dei ghiacciai. Nei giorni scorsi un alpinista ha segnalato alle forze dell'ordine in Valtellina la presenza di alcuni resti umani a Lanzeda (Sondrio), sul ghiacciaio dello Scerscen.

Vigili del fuoco e militari, con il supporto di un elicottero, hanno così provveduto al recupero dei resti di un corpo umano a quota 3.100 metri. Le spoglie potrebbero appartenere a un alpinista morto diversi anni fa sulle montagne, ma non è escluso che si possa trattare di un soldato della prima guerra mondiale. Adesso sono a disposizione dell'autorità giudiziaria.