Tragedia sfiorata ieri pomeriggio intorno alle 17 nel quartiere catanese di Monte Po. Il 17enne G.L. è rimasto gravemente ferito: stava preparando un artifizio pirotecnico quando, per cause ancora da accertare, il petardo gli è esploso tra le mani. Immediata la corsa verso l'ospedale Garibaldi, dove è stato sottoposto a un lungo intervento chirurgico. La gravità delle ferite riportate lascia supporre che potesse essere qualcosa di più di un petardo: i soccorritori hanno parlato di una bomba carta, ma sono in corso accertamenti.

Il 17enne ha rischiato di perdere un occhio: i sanitari sono riuscito a salvarlo, almeno dal punto di vista anatomico. Difficile che possa recuperare la funzionalità. L'apparato genitale sarebbe danneggiato. La cartella clinica parla di «forti ferite lacero-contuse al basso ventre». Il giovanissimo era nel garage di casa, insieme al padre e stava maneggiando quella che è stata definita "una sostanza esplodente", che teneva tra le gambe. A un certo punto ci sarebbe stata la deflagrazione, che lo avrebbe colpito in pieno, ferendo anche il genitore.