ceceTerritorio interessato alla produzione: Intero territorio siciliano

Descrizione sintetica del prodotto: Eco tipi di cece a seme grosso e rugoso. all'interno di un considerevole numero di questi ecotipi alla fine degli anni 80 è stata selezioneta dalla stazione di Granicoltura nell'ambito di un progetto interdisciplinare con ENEA, Istituto di Patologia Vegetale di Roma ed Università della Tuscia, una varietà denominata "Principe" e migliorato rispetto agli ecotipi per altezza della pianta e produttività.

Descrizione delle metodologie di lavorazione, conservazione e stagionatura: Non essendo resistente alle fitopatie ed in maniera specifica alla rabbia la samina di Pricipe è primaverile ( fine febbraio-marzo). Tuute le operazioni coturali nel caso si utilizzi seme della cv migliorata possono essere maccanizzate utilizzando la stessa seminatrice e mietitrebbia usata per il frumento. Inoltre, anche con il contributo della Stazione, sono stati registrati diserbanti specifici per il cece.
Tradizionalmente la semina veniva fatta a postarelle e la raccolta manuale estirpando l'intera pianta.

Materiali e attrezzature specifiche utilizzate per la preparazione e il condizionamento: la granella del Principe è essenzialmente utilizzata per le minestre o per la preparazione della farina. le minestre, ed in modo particolare i purè, possono essere preparate utilizzando la granella verde, prima che viri di colore e si indurisca.

Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione e stagionatura: Per la conservazione della granella si utilizzano i metodi comuni di stoccaggio delle sementi in locali puliti ed asciutti, alla rinfusa o insaccata.

Elementi che comprovino che le metodologie siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni: Potrebbe invocarsi la memoria di un uomo.

Fonte: Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana del 6/02/1999 – Parte I n.6