I Bagni di Cefalà Diana, ovvero le terme arabe risalenti al basso medioevo si trovano all’interno della Riserva Naturale istituita nel 1997 per la salvaguardia di una zona di 137 ettari tra i comuni di Cefalà Diana e Villafrati.La Riserva si estende su un vasto territorio, nel quale spicca Pizzo Chiarastella.
   L’edificio dei Bagni di Cefalà si presenta come una robusta costruzione di forma quadrangolare, addossata ad uno sperone roccioso da cui sgorga una fonte d’acqua calda (35,8°-38°), sfruttata fino a tempi recentissimi per le sue virtù terapeutiche. La presenza di una rara iscrizione araba in caratteri cufici che decora le sue facciate ha fatto pensare che l’edificio risalisse all’età islamica, tanto che ancora oggi, si parla di “terme arabe”. Studi recenti hanno riportato la datazione tra l’età romana e quella tardo-normanna.
Foto di Mario Michele Spina

https://www.youtube.com/watch?v=sQ-TYACHztE