I cereali per la colazione sono molto apprezzati dai più piccoli e ne esistono davvero di tanti tipi: con cioccolato o senza, dalle forme allettanti, riescono ad accontentare tutti e richiamano da sempre il concetto di colazione sana. Da un po' di tempo a questa parte, però, sono stati accesi i riflettori su questo prodotti: leggendo le etichette con attenzione, infatti, si può evincere che sono molto ricchi di zuccheri, farine raffinate, oli vegetali e aromi. Nei casi peggiori, inoltre, dei cereali rimane ben poco.

Nel 2014 l'associazione Altroconsumo ha deciso di segnalare gli spot di un noto marchio che produce cereali all'Istituto di autodisciplina pubblicitaria, perché riportavano notizie tendenziose relative alla salubrità delle colazioni a base di queste tipologie di "cereali". Questi prodotti, da una parte, contengono minerali utili, come il ferro, e vitamine, ma dall'altra hanno talmente tanto zucchero da non poter essere sempre considerati alternative sane per la colazione. Una colazione equilibrata dovrebbe infatti evitare grossi quantitativi di zucchero, poiché questi alzano la glicemia per poi farla scendere repentinamente, creando scompensi nell'organismo.

A riaccendere i riflettori su questo argomento, è stato un recente articolo pubblicato da GreenMe.