Uno strano episodio ha riguardato ieri Google Translate, il celebre traduttore online di Google. Nel pomeriggio di lunedì 16 novembre, in qualsiasi lingua si cercasse di tradurre la frase 'Ci rivediamo presto', il risultato era sempre lo stesso: 'Inshallah', cioè, 'Allah vuole' o 'Sia fatta la volontà di Allah' in arabo. La traduzione veniva applicata per tutte le lingue incluse nel servizio, dall'italiano al tedesco, dal cinese al francese, fino all'arabo e al russo. 

L'anomalia è stata riparata intorno alle ore 18.30, come comunicato dagli stessi vertiti di Google, ma nessun altro dettaglio è stato fornito. Non si sa al momento per quale motivo si sia verificato questo episodio, né da chi sia partito: quel che è certo è che, a poche ore dai sanguinosi attentati di Parigi, suona decisamente macabro o, quantomeno, inquietante. Scherzo di cattivo gusto? Dipendente della società con un orribile senso dell'umorismo? Non ci è dato saperlo.