Treno-400x215Di solito quando qualcosa non va per il verso giusto diventa una giornata nera, avevamo denunciato sette mesi fa un venerdì nero di Trenitalia, oggi tocca ad un altro giorno della settimana 03 dicembre 2013 “il martedì” nero di Trenitalia.  
                                                                   Significativi i dati dei disservizi di questa mattina:  

il treno 3866 da Siracusa delle ore 5.13 è arrivato a Messina con 64 minuti di ritardo,  il treno 3865 da Messina delle ore 5.25 è arrivato a Siracusa con 86 minuti di ritardo, il treno 12868 da Catania delle ore 5.46 è arrivato a Messina con 70 minuti di ritardo,  il treno 12865 da Messina delle ore 5.50 è arrivato a Catania con 49 minuti di ritardo, il treno 8576 da Catania delle ore 5.56 per Fiumefreddo è stato Soppresso iltreno 8580 da Siracusa delle ore 6.05 è arrivato a Taormina con 25 minuti di ritardo,  il treno 3868 da Siracusa delle ore 6.30 è arrivato a Messina con 10 minuti di ritardo,  il treno 12870 da Catania delle ore 6.36 è arrivato a Messina con 52 minuti di ritardo, il treno 8577 da Fiumefreddo delle ore 6.44 per Bicocca è stato Soppresso,  il treno 12867 da Messina delle ore 6.45 per Catania con 8 minuti di ritardo, il treno 8579 da Taormina delle ore 7.12 è arrivato a Catania con 48 minuti di ritardo, il treno IC 722 da Siracusa delle ore 7.33 è arrivato a Messina con 34 minuti di ritardo, il treno 12869 da Messina delle ore 8.00 è arrivato a Catania con 3 minuti di ritardo, il treno 8581 da Taormina delle ore 8.32 è arrivato a Catania con 13 minuti di ritardo, il treno 3870 da Siracusa delle ore 8.45 è arrivato a Messina con 16 minuti di ritardo.

Questo il bilancio del martedì nero di oggi: in tre ore e 45 minuti di servizio di trasporto ferroviario tra Messina, Catania e Siracusa due treni soppressi (Km. 86) e 478 minuti di ritardo pari a 8 ore circa. Non vogliamo fare nessun commento ma riteniamo che sia il momento propizio per invitare a segnalare sul nostro sito www.comitatopendolari.it alla voce segnalazioni e poi su reclami i disagi/disservizi subiti che verranno trasmessi al Dipartimento Infrastrutture e Mobilità della Regione Siciliana e ad un’Associazione dei Consumatori, per iniziare una Class-Action nei confronti di Trenitalia almeno per recuperare una parte dei danni subiti e per il rispetto dei diritti dei pendolari.

Giosuè Malaponti – Comitato Pendolari Siciliani