Foto di Salvo PuccioCatania si appresta a festeggiare l’anniversario dalla nascita del noto compositore ottocentesco, Vincenzo Bellini; in calendario eventi, manifestazioni e incontri.

Appuntamento dunque il 3 novembre nella città etnea, per festeggiare l’anniversario dalla nascita del noto compositore catanese; in città fioriranno infatti concerti, proiezioni cinematografiche, e incontri, da mattino fino a notte fonda. Gli eventi coinvolgono aspetti della vita ma soprattutto delle opere del compositore, che proprio a Catania nacque e studiò.

Era il 1801 quando Vincenzo Bellini venne alla luce, in una casa sita in piazza San Francesco su cui oggi campeggia in bella mostra, una targa a ricordo. L’operista si avvicinò immediatamente alla musica, inizialmente tramite lo studio del pianoforte; il suo talento fu visibile sin da subito, a chiunque si imbatteva in lui, ecco perché fu proprio il Comune di Catania stesso a promuovere i suoi studi, regalandogli una borsa di studio nel 1819.

Quell’offerta lo portò lontano, al Real Collegio di Musica di San Sebastiano di Napoli, uno dei più noti conservatori di musica d’Italia e d’Europa. Fu proprio qui, tra i banchi di scuola, che Bellini iniziò a comporre le sue prime opere e si formò, come musicista ed essere umano.

Quest’anno, grazie al sostegno del Presidente del Teatro a lui dedicato, dell’associazione Festival Euro Mediterraneo e del maestro Enrico Castiglione, con il patrocinio del comune nella figura del Sindaco Enzo Bianco, sarà possibile celebrare il compositore e conoscerlo un po’ di più attraverso la proiezione cinematografica e alcuni eventi concertistici basati sulle sue opere.

Il 3 novembre, alle ore 10:00, nella Sala Refettorio del Palazzo della Cultura, verrà proiettato il film del 1935 “Casta Diva”. L’opera di Carmine Gallone narra le vicende romanzate legate alla realizzazione di “Norma”, uno dei componimenti più celebri del Bellini. Alle ore 16:00, gli astanti verranno accolti dalla proiezione di un documentario del 2005, a cura di Simone Pera: “Nei luoghi del melodramma”, e un’ora dopo verrà allestito l’incontro: “La presenza di Bellini nel cinema: estetica del melodramma”, che farà da preludio alla proiezione del film “Vincenzo Bellini nel cinema: dal 1930 ad oggi”, appuntamento delle 18:30.

A fine serata, l’evento si chiuderà con due concerti in memoriam: dalle ore 19:30, presso la Cattedrale si esibirà la Cappella Musicale del Duomo, diretta da monsignor Nunzio Schilirò; alle 21:00, ci si sposta a Teatro Bellini per ascoltare l’orchestra diretta da Fabrizio Maria Carminati.

Autore | Enrica Bartalotta