Presentato il salone riferimento del Sud Italia dell’enogastronomia e delle tecnologie per la cucina protagonista al centro fieristico le Ciminiere

In una sala stracolma di gente tra operatori di settore, stampa specializzata e chef in tenuta ufficiale, è stato presentato il Cooking Fest, il salone dell’enogastronomia e delle tecnologie per la cucina, promosso da Fic – Federazione italiana cuochi, con l’organizzazione della Èxpo, azienda leader nella realizzazione di eventi fieristici, il patrocinio e la compartecipazione della Città Metropolitana di Catania e il contributo di straordinari partner: Cna Agroalimentare, Cna Catania, Ais Sicilia e Federalberghi Sicilia.

Dal 30 marzo al 2 aprile al centro fieristico “Le Ciminiere” andrà in scena il gusto, una “passerella” di piatti gourmet per i food lovers, ma non solo, la fiera sarà anche crocevia di incontri Btob tra associati, investitori, buyers, istituzioni e mondo delle imprese per promuovere i loro brand in una dimensione globale, allo scopo di garantire un diretto contatto con i nuovi mercati, sviluppare le reti commerciali, incrementare la brand awareness nei confronti di un pubblico altamente profilato, creare networking e vivere un reale momento di confronto tra domanda ed offerta.

A sedere al tavolo dei relatori all’interno della sala conferenze del palazzo della città Metropolitana, il sindaco di Catania Salvo Pogliese, la founder di Èxpo, Barbara Mirabella, Rocco Pozzulo, Presidente Nazionale Federcuochi, Seby Sorbello, Presidente FIC promotion, Domenico Privitera, Presidente Regionale URCS, Floriana Franceschini, Presidente Cna Catania e Mariagrazia Barbagallo, Delegata per Catania di AIS Sicilia.

A condire la quattro giorni, il 30° congresso Fic, che sarà condiviso con tutte le regioni d’Italia e che porterà nel capoluogo Etneo migliaia di cuochi provenienti anche da Brasile, Francia e Germania e il presidente mondiale dei cuochi Thomas Gugler. Tema del convegno nazionale “La salute è a tavola”.

“Eventi come il 30° congresso nazionale Fic, il Cooking Fest e Cibo Nostrum rappresentano per Catania – ha commentato il sindaco Salvo Pogliese – una preziosa opportunità di promozione del nostro territorio e della Sicilia, che alla BIT di Milano, è stata nuovamente certificata come la regione d’Italia più attrattiva dal punto di visto enogastronomico”.

Catania per 4 giorni accoglierà migliaia di visitatori provenienti da tutte le parti d’Italia e anche da Malta, rappresentata in conferenza da una delegazione del Malta Tourism Authority con il chairman Gavin Gulia.

“Il ‘Cooking Fest’ metterà a confronto le aziende del nostro territorio con i più grandi brand nazionali – ha spiegato Barbara Mirabella, founder Expo – utilizzando le Ciminiere come hub strategico di confronto sulle prospettive del turismo e dell’economia dell’isola in rapporto al mutare del concetto di ospitalità”.

Il 30° Congresso Nazionale Fic, per la terza volta ritorna in Sicilia, la sua prima è stata nel lontano 1979.

“La Federazione italiana cuochi – ha asserito il presidente nazionale Fic, Rocco Pozzulo – si appresta a vivere delle giornate intense ed emozionanti nel cuore della città di Catania e siamo lieti di avere il supporto del Cooking Fest. I lavori del nostro congresso, quest’anno affronteranno una tematica molto importante relativa alla sicurezza e agli sprechi alimentari con la presenza di un prestigioso parterre di ospiti”.

Layout e format dell’evento saranno curati in tutti i particolari grazie anche alla presenza di Electrolux Professional, che fornirà le cucine professionali d’eccellenza e CTA Soluzioni per le attrezzature da catering.

Tra gli eventi del Salone, il Catania Wine Fest, a cura di AIS Sicilia – Associazione italiana sommelier.  Un’area dedicata al vino che diventa una vera e propria experience con oltre 1000 etichette in degustazione ai banchi d’assaggio tra rossi, bianchi e frizzanti.

“Sono onorata di prendere parte – ha dichiarato Mariagrazia Barbagallo, la delegata AIS di Catania –a questa importante manifestazione per la città di Catania, centro di interesse del vino siciliano anche e soprattutto per la vicinanza del territorio etneo che esprime vini di qualità apprezzati in tutto il mondo”.

“Sarà un grande evento”, che renderà Catania la capitale italiana del gusto, aperto ai food lover e ai professionisti HO.RE.CA. e super HO.RE.CA.

“Il Cooking Fest – ha dichiarato Floriana Franceschini, presidente Cna Catania – sarà uno stimolante approdo per il settore dell’artigianato, che coinvolgerà il Ministero della Salute e del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo”.

Suggellata la partnership con Federalberghi Sicilia, che riconosce nella manifestazione un significativo momento di confronto tra il mondo dell’hotellerie e della ristorazione.

“Punteremo su Cooking Fest – ha affermato Grazia Romano, coordinatore regionale Federalberghi Sicilia giovani – organizzando un focus on sul futuro e sulle prospettive del turismo e dell’economia dell’isola”.

Ma non solo, attesissimo anche “Cibo Nostrum” – la Grande festa della cucina italiana, in scena alla villa Bellini il 31 marzo, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza al DSE – Dipartimento solidarietà emergenze della Federazione Italiana Cuochi, alla Comunità di Sant’Egidio e alla Locanda del Samaritano. E proprio nell’ambito di quest’ultima manifestazione sarà significativa la presenza di AiC Sicilia, che potrà veicolare i giusti messaggi di sensibilizzazione nei confronti della tematica della celiachia.

“Noi di AIC Sicilia siamo onorati di far parte di un evento così prestigioso come il ‘Cooking Fest’ – ha sottolineato la presidente Giuseppina Costa – un contenitore di ulteriori eventi di grande richiamo per il pubblico e importante spessore per gli addetti ai lavori. Siamo altresì pronti di dare il nostro contributo poiché ci sentiamo al contempo protagonisti e responsabili. Lanceremo sempre il nostro messaggio: NO al senza glutine come moda alimentare, Sì a pietanze con cibi sostenibili e naturalmente privi di glutine per rifuggire dai prodotti preconfezionati che significa anche rispettare l’ambiente evitando l’inquinante smaltimento degli imballaggi”.

A chiudere in bellezza Cibo Nostrum lunedì 1 aprile alle ore 20, sul palco del teatro Massimo Vincenzo Bellini, si svolgerà uno spettacolo all’insegna dell’alta pasticceria siciliana con i più rinomati chef pâtissier, che condivideranno il palcoscenico con artisti dell’opera lirica. Questi ultimi eseguiranno alcune delle più famose arie d’opera, rendendo omaggio a maestri come Giacomo Puccini, Giuseppe Verdi e, naturalmente, Vincenzo Bellini. Lo straordinario appuntamento tra l’arte e il gusto sarà sponsorizzato dal Gruppo Arena.

È ancora possibile scaricare l’invito omaggio del salone sul sito www.cookingfest.it.