"Dispiace tantissimo che sia accaduto tutto ciò. Un ricordo? Ne ho tantissimi! Quello che sono diventato oggi, lo devo a quegli anni meravigliosi!". Rosario Fiorello, attraverso Twitter, commenta così il rischio chiusura dei villaggi Valtur. Il mattatore è cresciuto artisticamente lavorando nei villaggi del brand italiano e ha deciso di aderire alla campagna che utilizza l'hashtag #SiamoGenteValtur.

Gli stessi dipendenti Valtur avevano chiesto  a lui e altri di partecipare alla campagna di sensibilizzazione, come riporta Ttg: "I fratelli Fiorello, Teo Mammuccari, Checco Zalone, Angelo Pintus. Ma ce ne sono molti altri, hanno iniziato tutti nei villaggi Valtur. Speriamo che anche loro, oltre ai clienti e agli agenti di viaggi, diventino voce della nostra protesta".