Rabbia e delusione nelle parole di Piera Maggio, la mamma della piccola Denise Pipitone, scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004. La Cassazione ha definitivamente prosciolto Jessica Pulizzi, sorellastra della bimba, dall'accusa di averla rapita, e la Maggio ha replicato con un duro post su Facebook.

ENNESIMA INGIUSTIZIA ITALIANA
"Dopo 13 lunghi anni oggi è stata commessa l'ennesima ingiustizia italiana a mio parere. Provo una grande amarezza e una delusione enorme, ma adesso pretendo di sapere chi ha sequestrato la mia bambina. Denise non si è volatilizzata nel nulla né è stata rapita dagli alieni. Gli inquirenti mi dicano dove è la mia bambina e chi l'ha presa. Come madre pretendo queste risposte". "Lancio un appello a tutti gli italiani perché stiano attenti. Se, come ha stabilito la Corte, la vicenda del rapimento di Denise non è una faida familiare, (a senso unico), significa che ci sono ladri di bambini ancora in giro. Se hanno colpito me possono farlo con chiunque e tutti dovrebbero avere paura. Mi auguro che chi sa parli e si tolga questo macigno dalla coscienza, dicendo la verità". Piera Maggio
FINCHÉ NON C'E' GIUSTIZIA NON CI SARA' MAI PACE ! " 
….ALL' INFINITO CHIEDERÒ VOGLIAMO DENISE LIBERA, VERITÀ E GIUSTIZIA!