Brutta disavventura per la cantante Fiorella Mannoia, alla quale è stata clonata una carta di credito. A raccontare cosa è accaduto, è stata lei stessa, con un post su Facebook:

«Racconto un fatto capitato a me.
Un anno fa apro un conto sulla banca per gli acquisti on line della tournée. Il conto è intestato a un mio collaboratore. 
Un giorno ci scrive la banca avvertendoci che avevano riscontrato movimenti che lasciavano sospettare una clonazione della carta di credito. Risaliamo e scopriamo che vi erano centinais di acquisti ( tutte piccole e medie cifre) fino a un ammontare di 7000 euro. Chiamiamo la banca, presentiamo tutto quello che ci era stato richiesto. Insomma morale della favola, ci hanno risposto dopo 4 mesi di telefonate di sollecito, che non ci avrebbero rimborsato perchè secondo loro non era possibile che i truffatori fossero riusciti a impossessarsi di tutti i dati. In sostanza insinuando il sospetto che non fosse vero. Le banche dovrebbero servire a custodire i nostri soldi in maniera sicura. Forse a volte sarebbe meglio rispolverare il vecchio materasso
Tutto questo per dirvi: state attenti».