Quante volte vi è capitato di trovarvi davanti l'armadietto dei medicinali e di frugarvi dentro per lunghi e interminabili  minuti alla ricerca di un farmaco, ottenendo peraltro scarsi risultati se non quello di una crisi di nervi?  Quello di tenere in ordine un armadietto delle medicine è di quelle cose che mettiamo quasi sempre tra i buoni propositi e che una volta fatto, poi dopo qualche tempo, risulta praticamente inutile, perchè il caos dei farmaci torna, puntuale, come il raffreddore che vi eravate lasciati alle spalle. E poi che dire del controllo delle scadenze? Altra nota dolente.

Ecco 10 consigli utili per tenere in ordine l'armadietto dei medicinali in casa, un vademecum pratico per una corretta conservazione del proprio pronto soccorso domestico:


1 Scegli il luogo corretto dove mettere l'armadietto dei farmaci: mai in cucina e in bagno per la presenza di umidità e possibili variazioni di temperatura, che possono deteriorare il medicinale. Ad esempio prediligi la stanza da letto, che ti permetterà di averli a portata di mano anche di notte.


2 Mai gettare via la scatola e soprattutto il foglietto illustrativo del farmaco acquistato, perché a distanza di tempo potrebbe essere necessario consultare data di scadenza e caratteristiche del medicinale. Potresti, ad esempio, utilizzare una cartelletta per archiviare i foglietti e consultarli all’occorrenza.


3 Tieni l'armadietto lontano dalla portata dei bambini, magari in un luogo alto e chiuso a chiave. I farmaci possono risultare dannosi o addirittura letali, se non utilizzati correttamente.


4 Attenzione alle scadenze! I medicinali scaduti possono diventare inattivi o più raramente tossici. E’ bene controllare periodicamente, perché una gestione corretta ti aiuterà ad avere un armadietto ordinato e una diminuzione del rischio di errori quando si assumono i farmaci.


5 Evita le scorte: l’acquisto della medicina deve essere fatto solo quando necessario e spesso si buttano integre solo perché scadute. 


6 Soggetti allergici in famiglia: annota sulla scatola se non può essere assunto da quella persona, per evitare gravi reazioni fino a shock anafilattici.


7 Nel caso in cui alcuni membri della stessa famiglia assumono più farmaci al giorno, tieni separati i relativi medicinali così da evitare confusione. Meglio utilizzare scomparti distinti dell’armadietto, annotare sulla confezione a cosa serve il farmaco (febbre, mal di pancia, ecc.) e/o il nome della persona che lo assume.


8 Attenzione ai medicinali che vanno tenuti in frigorifero (es. colliri, insuline, ecc.), perché la cattiva conservazione potrebbe alterare la composizione. 


9 Evita i doppioni: spesso abbiamo più farmaci con lo stesso principio attivo o per la stessa indicazione terapeutica. 


10 Ordine! L’armadietto deve contenere farmaci e nient'altro, come cosmetici, detergenti, disinfettanti, ecc. E’ fondamentale evitare qualsiasi confusione, perché spesso le confezioni sono simili o ci si dimenticata, dopo qualche tempo dall’acquisto, le indicazioni d’uso dei prodotti.