Per molti, rinunciare a bere almeno un caffè al giorno è un'impresa impossibile. Una ricerca della Duke University, tuttavia, ha evidenziato che il consumo quotidiano di caffè, tè o bevande gassate aumenta di quasi il 10% l'apporto di zuccheri, incrementando il rischio di disturbi cardiovascolari e obesità. Eliminare il caffè, quindi, potrebbe essere per alcuni una saggia decisione, ma cosa succede al nostro corpo quando smettiamo di bere caffè? Scopriamolo insieme.

1. Si dimagrisce – Ad essere "incriminati" non sono soltanto i classici beveroni, ma anche la semplice tazzina di espresso, soprattutto quando si eccede con lo zucchero. Eliminare il caffè può quindi equivalere a tagliare le calorie.

2. Si ingrassa – Il caffè agisce anche come momentaneo soppressero dell'appetito, quindi l'organismo può compensare la mancanza di caffeina con improvvise voglie di cibo.

3. Si dorme meglio – All'inizio, quando si rinuncia al caffè ci si sente più stanchi, ma a lungo termine sono tanti i benefici per il riposo notturno, soprattutto se si beveva caffè di pomeriggio o di sera. 

4. Si soffre di frequenti mal di testa – Rinunciare al caffè significa anche privare l'organismo di adrenalina e dopamina, ormoni che agiscono come stimolanti naturali, aiutando la mente a restare sveglia e attiva. Di contro, vengono liberate grandi quantità di adenosina, che è l'ormone della stanchezza: questo cambiamento nella chimica del cervello può scatenare emicranie frequenti.

5. Non ci si sente in forma – Tagliare la caffeina può provocare alcuni effetti fisici e psicologici, che spaziano dall'ansia ai capogiri, dall'irritabilità agli sbalzi d'umore. La situazione, per fortuna, è comunque solo momentanea. 

6. Il sorriso è più bello  – Il caffè erode lo smalto dei denti: eliminandolo, si fa un favore alla brillantezza del sorriso.

7. Si priva l'organismo di antiossidanti – Secondo una ricerca dell'università di Scanton, il caffè è per molti la fonte privilegiata di antiossidanti. Eliminandolo si elimina anche questo beneficio.

8. Si fatica a trovare la concentrazione – Stanchezza e irritabilità dovute alla mancanza di caffeina possono anche interferire negativamente con la concentrazione.

9. Ci si sente costipati – Il caffè aiuta la motilità intestinale, quindi chi ci rinuncia può ritrovarsi a soffrire di stipsi. 

10. Si è più tranquilli – Il caffè è uno stimolante naturale: la caffeina aumenta i livelli di adrenalina e, di conseguenza, incrementa anche lo stress.