È stato condannato all'ergastolo, dalla Corte di assise di Trapani, Gianni Melluso, detto "il bello", per l'omicidio di Sabine Maccarrone, donna elvetica che aveva lavorato in un bar di Sciacca. La donna, uccisa nell'aprile del 2007, era stata ritrovata in un pozzo nelle campagne di Mazara del Vallo. 

Melluso era stato indicato come il mandante del delitto Maccarrone da Giuseppe D'Assaro, un pregiudicato che fece alcune dichiarazioni, che poi ritrattò, sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone, la bimba scomparsa a Mazara del Vallo l'1 settembre 2014. D'Assaro, che si autoaccusò dell'omicidio, è già stato condannato a 30 anni di carcere.