MASCALI (CATANIA) – I carabinieri hanno arrestato il 39enne Dario Meffi, già sottoposto agli arresti domiciliari per evasione, sequestro di persona, violenza sessuale e rapina. Ieri sera, intorno alle 23, l’uomo è uscito dalla propria abitazione armato di sega, con un lama di 40 centimetri, e in una via del centro di Mascali ha sorpreso e bloccato una 24enne di origine bulgara mentre tentava di rientrare a casa.

Minacciandola con l'arma, il malvivente ha costretto la giovane a entrare nella sua abitazione e a subire una violenza sessuale, obbligandola anche a consegnargli la collana, gli orecchini in oro e 55 euro in contanti.  Approfittando di un attimo in cui Meffi si è allontanato dalla stanza lasciandola sola, la 24enne ha telefonato al padre chiedendo aiuto, e quest’ultimo ha chiamato i carabinieri raccontando i fatti.

Una pattuglia è subito intervenuta nell’appartamento liberando la ragazza e bloccando l’uomo. Gli oggetti d'oro e il denaro rapinato sono stati recuperati e restituiti alla 24enne. L'arma è stata sequestrata. La giovane è stata medicata al pronto soccorso dell’ospedale di Taormina, dove i sanitari hanno riscontrato dei politraumi e uno stato di shock, giudicandola guaribile in 10 giorni. L’arrestato è stato condotto nel carcere di Piazza Lanza.