GELA – Non ce l'ha fatta Gaetano Accardi, l'operaio di 58 anni di Riesi che ieri pomeriggio è rimasto vittima di un incidente sul lavoro nella zona balneare di contrada "Manfria", a pochi chilometri da Gela. L'uomo è stato travolto da una ruspa, manovrata da un collega che non si è accorto della sua presenza. Soccorso e trasportato all'ospedale "Vittorio Emanuele" di Gela, Accardi è stato sottoposto ad un intervento chirurgico a causa delle fratture riportate alla gamba destra, ma in serata le sue condizioni si sono aggravate.

I sanitari hanno riscontrato anche alcune lesioni addominali, con emorragia interna. L'operaio lavorava per una ditta di Riesi, impegnata nella realizzazione di un acquedotto per conto di un consorzio privato. Sono state aperte due inchieste: la prima da parte dell'ispettorato al lavoro, l'altra ad opera della magistratura, che ha disposto il sequestro del mezzo e anche dell'area dove stava operando.