GELA (CALTANISSETTA) – Terribile tragedia familiare a Gela, in provincia di Caltanissetta: una madre ha ucciso le due figlie di 7 e 9 anni avvelenandole con la candeggina e poi ha tentato il suicidio. Come riporta l'agenzia Ansa, il dramma è avvenuto in via Passaniti, nel centro storico della città. La donna, Giuseppa Savatta di 41 anni, adesso è ricoverata all'ospedale "Vittorio Emanuele".

Dopo il duplice infanticidio, lei stessa avrebbe ingerito il liquido per poi cominciare a gridare. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Il marito della donna, il 48enne Vincenzo Trainito, è un ingegnere e insegna in un istituto scolastico privato.