Tante novità in vista per Gerardina Trovato: la cantautrice catanese è tornata da poco sulle scene, con una grande voglia di ricominciare dopo alcuni anni di blackout, causati da una situazione personale molto difficile. La cantante è in piena fase creativa e ha già due dischi pronti: l'unica cosa che manca al momento è una etichetta discografica, che sta cercando insieme al suo staff, per stringere un rapporto duraturo. 

Ho pronto un nuovo album realizzato con Frank Nemola, l'arrangiatore di Vasco, e tre singoli – dice all'Adnkronos – Vorrei che uscissero in radio da qui a dicembre, per potermi poi proporre a Carlo Conti a Sanremo 2017 con alcuni inediti che sto scrivendo in questi giorni con Angelo Anastasio, mio chitarrista e coautore di sempre: con lui è rinata sia l'amicizia che il nostro sodalizio artistico, come al tempo dei miei esordi sanremesi. A Carlo Conti – sottolinea – devo molto. Fu lui a rivolermi nel 2009 a 'I migliori anni' su Rai 1. Lo considero l'erede di Baudo per il ritmo e il garbo della conduzione, per la simpatia e lo stile mai volgare che fa ricordare i grandi varietà della storia della tv italiana.

Nel giorno della festa della donna, Gerardina Trovato ha voluto fare alcune dediche speciali: Loredana Bertè, Fiorella Mannoia, Laura Pausini e Silvia Mezzanotte

Se esistesse una macchina del tempo – racconta – la prima cosa che farei è chiederle di riportarmi a quando è nato il progetto 'Amici non ne ho…ma amiche sì' (l'ultimo album di Loredana Bertè, ndr): mi avrebbe fatto tanto piacere prendervi parte, se fossi stata bene allora. Amo 'Dedicato', pagherei per cantarlo con la Bertè. Un brano che, un po' come 'Siamo soli' di Vasco Rossi, è da sempre la mia colonna sonora. Lo ascolto sempre. Loredana è il rock in rosa in Italia, Fiorella Mannoia invece è la voce per antonomasia del cantautorato doc: a entrambe loro i migliori in bocca al lupo per il nuovo cd (''Amici non ne ho…ma amiche sì') di prossima pubblicazione che hanno ideato insieme.

Anche per Laura Pausini ha un pensiero speciale: 

È la sola donna del mondo della musica cui devo dire grazie in assoluto: mi è stata vicino in questi anni di silenzio, rileggo sempre quando ho bisogno di farmi forza una mail bellissima che mi ha scritto, in cui mi incoraggiava a dare il meglio di me sempre. Laura è la voce dell'amore in musica: canta da sempre i buoni sentimenti, le storie degli uomini e delle donne di ogni giorno. La sola capace di attraversare le generazioni con le sue canzoni. È genuina, spontanea, sincera. Mi piacerebbe andarla a trovare nel suo nuovo programma in tv su Raiuno, e ricordare insieme in musica i nostri esordi a Sanremo.

Infine, Silvia Mezzanotte:

È stata la prima artista italiana ad avermi manifestato amicizia in questi giorni. Combinazione, ha tenuto un concerto con 'Regine', il suo recital musical-teatrale, vicino casa mia, in Veneto. Mi ha invitata, ed entusiasta ho raccolto le forze e ci sono andata: era la terza volta che uscivo da casa in più di due anni. Mi dimostrato affetto, stima, che io ho ricambiato. Lei è la donna dell'eleganza nella musica. Una voce-regina: è intensa e virtuosa come pochi quando omaggia in più lingue e con grande pathos le impareggiabili interpreti della musica mondiale. La sua dolcezza e il suo canto mi hanno conquistata, ho deciso di scriverle canzoni.