redneckAmmazza quanto so forti st'americani”, diceva il grande Albertone.
Ed in effetti ne pensano una più del diavolo.

Ad esempio sapevate dell'esistenza dei giochi Redneck Olympic Games?

Ad oggi il nome dell'evento è cambiato in Maine Redneck "Blank" Games, ma la tradizione è rimasta intatta: il sabato, ad esempio, i partecipanti si sfidano a colpi di trattore, corse nel fango e pneumatici nebulizzati sull'asfalto.

 

Come abbiamo accennato in precedenza l'organizzatore dell'evento,  Harold Brooks, ha dovuto cambiare il nome su pressioni dell'International Olympics Committee, ma nelle sue dichiarazioni ha comunque sottolineato che “tutti sanno che “blank” sta per” Olympic 🙂


Tanto per entrare nell'atmosfera che si registra da quelle parti, venerdì si è tenuto un matrimonio ed un “demolition derby”. Solo il nome già spiega tutto.

Ma altri intrattenimenti sono stati l'afferrare con i denti delle zampe di maiale presenti in una vasca, il lanciare la tavoletta del bagno come fosse un ferro di cavallo, correre una staffetta usando come testimone una anguria unta.

L'idea dietro tutto questo po-pò di divertimento è quella di organizzare una sorta di mega picnic con tanto di arrosto di maiale per permettere alla gente, che ha lavorato molto durante la settimana, di potersi sfogare.

 

So quello che state pensando: “A me questi sembrano dei rozzi zoticoni”.
A quanto pare è un'obiezione che viene spesso sollevata nei confronti dei “redneck”. Tanto che l'organizzatore ci tiene a precisare a chicchessia il significato di “redneck”: “Un redneck non è un ubriacone che vive in una roulotte. E' qualcuno che lavora duro tutta la settimana. Il loro collo è rosso (red -> rosso; neck -> collo)” perchè è gente che lavora all'aperto. Un redneck è capace di non prendersi troppo sul serio e divertirsi”.

Praticamente sono degli zoticoni, avevamo capito bene LOL (stiamo scherzando).

L'evento ha cominciato a diffondersi a macchia d'olio circa tre anni fa.
Certo hanno dovuto cambiare il nome per questioni legate al diritto sulla parola “Olimpici”, questioni che fanno ancora incavolare Brooks: “La parola olimpiadi esisteva ancora prima che l'America esistesse. Gli antichi greci la utilizzavano. Quindi se c'è qualcuno che ha il diritto di lamentarsi sarebbero proprio i greci. Che chiamassero loro per chiedermi di non usare più la parola.

Ma lasciamo stare le beghe legali e gustiamoci un po' di video. So già che vi emozionerete (uhauhauhauhauh):

[youtube]http://youtu.be/xqPgCS4pa8s[/youtube]

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ZVCoIWI21qo[/youtube]

 

Autore | Viola Dante