"Non voglio avere figli perché non c'è nulla di attraente per me nel dare la vita ad un altro essere umano": a dirlo, Holly Brockwell, ventinovenne finita al centro di numerose polemiche dopo aver rivelato di aver ottenuto l'autorizzazione ad essere sterilizzata, dopo anni di richieste e rifiuti da parte dei medici.

La donna è stata intervistata dalla BBC e le sue dichiarazioni hanno suscitato delle reazioni estreme: sui social media è stata inondata di critiche, con alcuni insulti molto pesanti. "Il numero di messaggi ricevuti in appena mezz'ora su Twitter, Facebook, Instagram ed e-mail mi ha fatto preoccupare – ha raccontato -. La gente mi contattava per dirmi di essere contenta che non mi fossi riprodotta, perché così non ci sarebbero state più persone come me nel mondo. Hanno insultato mia madre e hanno detto che avevo bisogno di un aiuto psicologico".

"Voglio solo essere sicura di essere per sempre libera dal mio peggior incubo: restare incinta". Alcuni l'hanno accusata di essere solo in cerca di attenzione, mentre altri (pochi) hanno manifestato solidarietà per la sua scelta.