Drill[Una riflessione, “uno sfogo” di un nostro fan in relazione alla notizia “Mondello (Pa): insulti a un bimbo down, scoppia una rissa in spiaggia”]


Questa notizia mi ha sdegnato enormemente. A parte che i bambini down (sempre se si chiamano ancora così) hanno una marcia in più, che può conoscerla solo chi li conosce veramente come me, ma è assurdo che ancora nel 2013 ci sia tale ignoranza e cattiveria da portare di "persone" a commettere atti di questo genere. 

I bambini down sono angioletti che il Signore ci ha affidato, è sono da rispettare come tali. 

La loro intelligenza ed il loro carattere hanno qualcosa di trascendentale. 

Loro sono la vera scoperta che ancora nessuno ha capito. 

Hanno manine dolci, terapeutiche, una loro carezza può risollevarti dai brutti pensieri, e il loro sorriso ti apre le porte del mondo, facendoti capire mille cose. 

Ma queste cose le posso dire, ad esempio io che li conosco molto ma molto bene! 

Ma a Palermo, l'ignoranza dilaga. 

La gente va in chiesa, va al festino, e poi in una spiaggia diventa infernale, facendo atti di questo genere. Questi bambini, questi ragazzi devono essere realmente difesi. 

Per le persone di questo genere si dovrebbero fare Pride, loro sì che hanno bisogno di essere difesi. Perchè nascono angelici, divini, pregni d'amore, non conoscono nè il significato delle parolacce nè hanno cognizione del sesso, i down sono angeli terreni, e bisogna che la città di Palermo li aiuti, e faccia quello che già nelle città dove esiste la Cultura,(di cui tanto si parla) esiste, ciò di creare centri, luoghi dove loro si possano risolvere con la loro mente speciale, dove i genitori possano avere la serenità di lasciarli un giorno e trovarli felici e non discriminati. 

Ma ancora Palermo è arretrata, altro che città della cultura!

Filippo Di Giorgio ValeriaCatalano 

Foto da Wikipedia