Straordinario successo dell'atleta catanese Paolo Pizzo, sergente dell'Aeuronautica 34enne, che ha conquistato l'oro nel Mondiale di scherma in corso a Lipsia. Pizzo, nella finale del torneo individuale, ha battuto l'estone Nikolai Novosjolov con il punteggio di 15-13. Per lui è il secondo titolo iridato, dopo quello vinto nel 2011 proprio a Catania. Paolo Pizzo ha sconfitto un tumore al cervello in giovane età e ha raccontato la sua esperienza nel libro "La stoccata vincente".

"Bisogna credere nei sogni – ha commento a caldo a RaiNews – Ho fatto qualcosa di cui mi renderò conto, prima o poi. Non ora. E' un'emozione grandissima che auguro a chiunque faccia sport. Ho lavorato tantissimo per questo sogno, ho fatto mille sacrifici. Adesso voglio godermi ogni istante. Io resto un operaio, con un proprio stile, da non imitare. Faccio schifo, agli esteti non piaccio, ma la luce si accende".

"A Catania avevo a fianco il maestro Oleg Pouzanov – ha aggiunto lo spadista, ricordando il tecnico russo, scomparso a dicembre 2015 – Lui oggi mi ha guidato dal cielo: la spada era come se toccasse da sola. Grazie a chi ha fatto le sue veci, ma il mio pensiero è tutto per lui. Rispetto a quello di sei anni fa, questo è un oro più maturo".

FOTO INSTAGRAM @paolo_pizzo