PALERMO – Il Dalai Lama a Palermo. A distanza di oltre 20 anni dalla sua visita, il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatso, leader spirituale del Tibet e Premio Nobel per La Pace, torna in Sicilia per una conferenza sull’Educazione alla gioia. L'appuntamento è per il 18 settembre al Teatro Massimo. Da oggi si possono acquistare i biglietti nella biglietteria del Teatro, aperta dalle 9.30 alle 18 dal martedì alla domenica (tranne dal 5 al 21 agosto, quando sarà chiusa); altre opzioni sono online sul sito www.teatromassimo.it e sulla piattaforma Ticketone (www.ticketone.it). Sono previsti tre ordini di posti numerati: 12 euro per la platea, 10 euro per i palchi e 8 euro per la galleria.

Il titolo scelto per la conferenza nasce da "Il Libro della Gioia" sul dialogo tra due Nobel per la Pace, SSDL il Dalai Lama e Desmond Tutu, arcivescovo sudafricano, scritto da Douglas Abrams. Nel volume si approfondisce il tema della gioia come attitudine, atteggiamento mentale che porta come conseguenza la mutazione del sentire degli esseri umani, dunque a un cambiamento delle loro decisioni e azioni. Solo dopo aver conosciuto e imparato a controllare il dolore, diventa possibile trasformare la gioia da fugace emozione di un momento a costante della vita: perché non c’è luce senza ombra, e non c’è gioia per sé se non si crea gioia anche per gli altri.

Il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatso è profondamente convinto che amore, compassione, altruismo e ogni altra qualità mentale positiva non appartenga esclusivamente aduna dottrina o tradizione spirituale. Sono piuttosto valori fondamentali, radicati nella natura umana, che hanno solo bisogno di essere coltivati con le giuste pratiche, la non violenza e il rispetto reciproco. Pur essendo la guida di una delle principali religioni del mondo, il Dalai Lama sostiene che esista un percorso verso l’autentica felicità le cui basi sono in quei principi comuni che superano qualsiasi divergenza di opinione o di religione.