Sembra un paradosso ma è la pura realtà: il corpo forestale in Italia sparisce ma in Sicilia no; in realtà la stessa identica cosa accade anche in altre tre regioni.

Così, se mentre in tutto lo stivale ex forestali confluiscono nelle altre forze dell'ordine, in Sicilia, questa cosa non accade.

Il risultato?

Colleghi non più colleghi (ed un pizzico di confusione in più) a distanza di pochi chilometri. Ad esempio da Messina a Reggio gli incarichi, le professioni, le mansioni ed i soggetti addetti alla sicurezza, sono completamente differenti.

Un piccolo ma grande paradosso alla siciliana…qualcuno direbbe. Da un lato Renzi sopprime la figura della guardia forestale dall'altro, in Sicilia, la si tutela. Un bene o un male? Questo – di certo – non siamo noi a dirlo. Oggi dall'assessorato al Territorio, dipendono 1.250 persone, 750 delle quali sono addette al controllo del territorio e la rimanenza è preposta agli uffici. Ogni anno, si stimano circa 2.000 interventi. 

Chissà chi ha fatto bene: Renzi che sopprime o la Sicilia che tutela?