AERONET_ETNA.2013359.aqua_.721.1km-300x225La “Tempesta di Natale” che in queste ore sta colpendo duramente il nord Italia, si sta lentamente muovendo verso sud dove – puntuale come da previsioni – domani arriverà il maltempo già a partire dalle prime ore del mattino. Nella notte il maltempo interesserà Sardegna e Lazio, estendendosi entro l’alba anche alla Campania e alle zone più occidentali della Sicilia. Nel corso della mattinata le prime piogge interesseranno quasi tutto il territorio di Calabria e Sicilia, dove i temporali più forti si verificheranno nelle ore pomeridiane della giornata di Santo Stefano, giovedì 26 dicembre 2013. Attenzione soprattutto alla Calabria tirrenica dove, nel cosentino, avremo intensi nubifragi (sarà la zona più colpita).
Con il maltempo tornerà anche il freddo, dopo i+18°C di oggi a Trapani e Palermo, i +17°C di Catania, Cosenza e Reggio Calabria e i +16°C di Messina, Catanzaro e Crotone: la neve cadrà abbondante oltre i 1.500/1.600 metri sui rilievi di Calabria e Sicilia e in modo particolare tra Sila e Pollino, dove si verificheranno gli accumuli più consistenti, ma anche sull’Etna. Il vero freddo arriverà solo in serata, e il maltempo insisterà ancora venerdì 27 quando la neve scenderà fino ai1.000 metri di quota tra Madonie, Nebrodi, Peloritani, Aspromonte, Serre, Sila e Pollino. Nell’ultimo weekend dell’anno, tra 28 e 29 dicembre, tornerà il bel tempo.

Per monitorare la situazione in diretta potete scorrere le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satellitisituazionefulminazioniradar e webcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it