Le tragedie greche di scena al Teatro Antico. Sono Moni Ovadia per  “Supplici” di Eschilo, Federico Tiezzi per “Ifigenia in Aulide” di Euripide e Paolo Magelli per “Medea” di Seneca i registi scelti per il cinquantunesimo ciclo di spettacoli classici in programma al Teatro greco di Siracusa dal 15 maggio al 28 giugno.  

Forte del successo di critica e di pubblico ottenuto in 100 anni di attività (1914/2014), la Fondazione Inda prosegue le sue attività incentrando  i propri sforzi sulla qualità artistica e sull’offerta culturale, proponendo quest’anno la Trilogia del mare, in scena al Teatro greco di Siracusa dal 15 maggio al 28 giugno.

Nel cuore del Mediterraneo e nel teatro antico dove 2400 anni fa debuttò Eschilo, l’INDA rilancia la grande sfida culturale, portando con sé l’eredità classica con prospettive sempre nuove: una  macchina teatrale eccezionale, unica nel suo genere, fatta di uomini che con il loro entusiasmo, dedizione  e impegno professionale  creano, attraverso spettacoli di forte valore simbolico, grandi emozioni.

“La scelta dei registi non è mai facile – ha dichiarato il presidente della Fondazione Inda, Giancarlo Garozzo – ma insieme al consiglio d’amministrazione abbiamo voluto individuare nomi prestigiosi che possano portare grande qualità nell’allestimento del cinquantunesimo ciclo di spettacoli classici. Sono tutte figure di grande valore, da Moni Ovadia che ha dedicato un’intera carriera a temi quali la pace e l’integrazione tra le culture, a Federico Tiezzi e Paolo Magelli, figure di spessore internazionale. Sono certo che insieme a loro potremo portare in scena una stagione indimenticabile offrendo grandi emozioni agli spettatori che decideranno di assistere agli spettacoli al Teatro Greco”.

Novità per i biglietti destinati ai siracusani

Sei date. Sei giornate in cui i cittadini residenti a Siracusa pagheranno un biglietto ridotto. La Fondazione Inda lancia le “giornate siracusane” per il cinquantunesimo ciclo di spettacoli classici al Teatro Greco. Questa la più importante novità del regolamento di biglietteria approvata dal consiglio d’amministrazione presieduto da Giancarlo Garozzo alla presenza del sovrintendente Gioacchino Lanza Tomasi.

Il regolamento prevede sconti e riduzioni per gli accordi previsti da convenzioni con associazioni, enti, scuole, gruppi organizzati, convegnisti e forze dell’ordine. Per la stagione 2015, però, il consiglio d’amministrazione ha voluto introdurre una ulteriore agevolazione. Nei giorni 8, 9, 10, 22, 23 e 24 giugno, infatti, chi mostrerà un documento di riconoscimento che attesta la residenza a Siracusa potrà assistere agli spettacoli allestiti dalla Fondazione Inda, in programma dal 15 maggio al 28 giugno, pagando un biglietto di soli 15 euro.

“E’ un segnale che abbiamo voluto lanciare per aprire il teatro e il ciclo di spettacoli classici a quanta più gente possibile – ha dichiarato il presidente della Fondazione Inda Giancarlo Garozzo -. In un periodo in cui tante famiglie stanno affrontando un momento di grande difficoltà economica sono convinto sia un modo per venire incontro a chi vuole godere della magia e delle emozioni regalate ogni anno dagli spettacoli classici. Non posso poi che esprimere grande soddisfazione per la scelta di tutto il consiglio d’amministrazione che ha sposato subito l’idea di introdurre quest’anno le giornate siracusane”.