In estate, spesso i genitori adagiano sui passeggini una copertina sottile per proteggere i bimbi dal caldo. Ma secondo un pediatra svedese, questa pratica è molto pericolosa. "All’interno del passeggino inizia a fare molto caldo, un po' come in un thermos. Vi è una cattiva circolazione dell’aria e la coperta rende difficile osservare il bambino nel passeggino", spiega Svante Norgren, pediatra dell’ospedale per l’infanzia di Stoccolma, al giornale "Svenka Dagbladet". 

Per testare le veridicità delle parole del medico, alcuni giornalisti del quotidiano hanno condotto un esperimento: hanno lasciato due passeggini all’aria aperta per 90 minuti, coprendone soltanto uno. Dopo un’ora e mezza, la temperatura nel passeggino non coperto ha toccato i 22 gradi. L’altro passeggino, invece, si è riscaldato molto più velocemente: dopo 30 minuti, la temperatura sotto la coperta era di 34 gradi. Un’ora più tardi, aveva raggiunto i 37.

I ricercatori stimano che la copertura posizionata sul passeggino crei un "effetto forno" perché l’aria circola male. Anche una coperta leggera in mussola può avere delle conseguenze pericolose. "I risultati dello studio non mi sorprendono affatto e illustrano i pericoli che si celano dietro l’abitudine di coprire eccessivamente i bambini quando fa molto caldo", conferma il dottor Hamed Khan dell’ospedale St. George di Londra.

I neonati e i bambini sono molto sensibili al calore: il loro corpo può riscaldarsi dalle 3 alle 5 volte più velocemente rispetto a quello degli adulti. Inoltre, i più piccoli non sudano quanto i grandi, il che significa che non possono far diminuire la loro temperatura corporea tanto facilmente. Tutto questo può avere delle conseguenze molto gravi, soprattutto quando i bimbi vengono lasciati nel passeggino senza una sorveglianza continua.