"Per me lo ha ucciso lei" perché probabilmente "Loris ha visto qualcosa che non voleva vedere, ma non so dire così". Queste le dichiarazioni di Antonella, sorella di Veronica Panarello, che era davanti al Palazzo di giustizia di Ragusa ieri, giorno dell'udienza davanti al Gup Andrea Reale. 

La donna ha detto di essere venuta "per guardarla negli occhi" e di non credere alla svolta improvvisa della sorella. "Ha sempre ricordato tutto", ha dichiarato, aggiungendo di "averle creduto, perché non penso che una madre possa uccidere un figlio, poi ho fatto un passo indietro". 

Sui soldi avuti da programmi televisisi taglia corto: "Sono affari nostri, non è un reato… ci hanno dato un compenso perché aspetto il quindo figlio, ho perduto il lavoro e con il cognome che porto nessuno me ne darà mai". 

Nelle ultime dichiarazioni, Veronica Panarello, accusata di aver ucciso il figlio Loris, ha detto di aver rimosso tutto, ma di non aver ucciso il piccolo: il figlio si sarebbe strozzato da solo con le fascette elettriche e la madre, presa dal panico, ha gettato il corpo nel canalone nel quale è stato ritrovato.