Vittorio Sgarbi presidente della Regione. Il critico d'arte ha lanciato la sua ultima provocazione durante la trasmissione "Casa Minutella" di Trm: «Mi candido a presidente della Regione Siciliana – ha detto -. L'ho deciso stanotte e ho già molte idee per la Regione. Penso che i siciliani mi voteranno».

Il nome di Sgarbi era anche circolato in relazione a un'eventuale candidatura a sindaco di Palermo, ma non si era concretizzato nulla: «Ho deciso fermamente di non fare più nulla che abbia affinità con incarichi pubblici in Sicilia – aveva detto lo scorso luglio -. È una regione totalmente irrecuperabile perché danneggiata dallo Stato. Prima l’ha messa in ginocchio la mafia e ora lo sta facendo lo Stato, con tutta una serie di prefetti e commissari antimafia carrieristi. Nella vostra isola c’è una situazione che mi fa orrore, in Sicilia tutto è compromesso dalla violenza esercitata dallo Stato contro i suoi cittadini. Ed io non voglio essere complice dello Stato in azioni che sono contro ogni rispetto delle persone». Adesso, però, pare abbia cambiato idea, con la nuova intenzione di candidarsi: non resta che aspettare e vedere cosa accadrà.