544771_10150801512414505_1861559514_nLungo la costa palermitana, proprio accanto a Capaci, tristemente famosa per l’uccisione del giudice Falcone, c’è un paesino chiamato Isola delle Femmine. 

Proprio di fronte alla spiaggia del paese c’è l’isolotto omonimo, piccolo e carino, ormai patria di gabbiani, coniglietti e topolini.

Si narra che il conte di Capaci s’innamorò perdutamente di una bellissima donna, ma questo amore non era ricambiato ed il conte venne rifiutato.

Geloso e furioso decise di far imprigionare la donna su un isolotto perché nessun altro uomo potesse toccarla. 

La poverina era disperata, ma cosa ci poteva fare se il conte non le piaceva?

Una notte di maestrale, mentre il mare era in tempesta, decise di gettarsi tra gli scogli.

La donna morì e da allora si racconta che ogni tanto si odono le sue grida di dolore provenienti dall'isolotto.

Di Alessandra Cancarè