Avrebbe indicato a una donna, come presunta soluzione alla sua "negatività", un "legamento d'amore" all'ex fidanzato, che avrebbe ovviamente realizzato lui. Al costo di 15 mila euro, tra magie d'amore e fatture. Al momento dell'interruzione del legamento, che non aveva prodotto gli effetti desiderati, la donna si è rivolta a un legale, denunciando tutto all' autorità giudiziaria.

Così è partita un'indagine della Procura, oltre a un procedimento penale per truffa, fino davanti al Gip Rosa Alba Recupido, che dovrà decidere l'eventuale giudizio avanzato dal pm. La vicenda vede contrapposti una donna di 38 anni e il 51enne Maurizio Garruso, noto come il "Mago del Potere".

Su LaSicilia.it sono riportati i dettagli della vicenda:

Secondo l’accusa, l’uomo avrebbe compiuto vari artifici e raggiri: in particolare “nel carpire la fiducia della donna e inducendola a credere che era affetta da “negatività” congenite e aveva un destino difficile”. “Nel convincere la donna che avrebbe dovuto effettuare – per suo tramite – un “legamento d’amore” all’ex fidanzato per sanare la sua sfera affettiva e richiedendole a tal fine più volte il versamento di somme di denaro contante”.

“Nel convincere altresì, la cliente che in caso di interruzione del trattamento sarebbe andata in contro a mali peggiori.”

Non solo, ci sarebbe stata successivamente anche la vendetta del sedicente “Mago”. Da qui, l’imputazione di violazione di sepolcro e vilipendio delle tombe. Secondo l’accusa l’indagato avrebbe infatti agito

“…in concorso con persona non identificata, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso e per motivi abietti, ovvero per ritorsione nei confronti della vittima dopo avere ricevuto nel luglio del 2014 la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari per truffa ai danni della donna, all’interno del cimitero di Catania, violava la lapide della madre della stessa, rompendo il lampione e il portavaso, nonché la cornice della foto della salma.

Inoltre, compiva atti di vilipendio imbrattando con una bomboletta spray la tomba della signora.”