La grandinata che ha colpito Bronte ha provocato seri danni alla produzione di pistacchio. A rivelarlo è Coldiretti Catania, che chiede "misure straordinarie per evitare che, dopo un'attesa di due anni, le imprese agricole perdano tutti gli investimenti realizzati".

La situazione è molto delicata, come spiegato dal presidente Giovanni Pappalardo: «È stato un evento forse senza precedenti, che mette a rischio una delle produzioni più importanti per la Sicilia, che ha permesso il potenziamento dell'Italian sounding nel mondo».

Coldiretti ha richiesto l'attivazione di tutte le procedure per la proclamazione dello stato di calamità. «Il pistacchio di Bronte – ha aggiunto Giuseppe Campione, direttore di Coldireti – è la base economica di un'area determinante per l'economia di tutta la provincia».