Quello del marinaio norvegese scomparso a Catania due giorni fa è diventato un caso. Sono ore di ansia e apprensione per parenti, amici e colleghi di Benjamin Olafsson. I genitori dell'ufficiale sono arrivati nel capoluogo etneo per seguire le operazioni di ricerca condotte da Guardia Costiera e polizia con la collaborazione delle autorità norvegesi e dell'equipaggio della nave dove operava il giovane scomparso.

Qui di seguito riportiamo per intero il comunicato stampa del NCIS norvegese diramato oggi: 

Benjamin Olafsson è scomparso dalla nave Siem Pilot (di bandiera Norvegese) ormeggiata a Catania in Sicilia. È stato visto l'ultima volta Lunedì 14 Settembre alle 03.30. È alto circa 1.90 cm ed è biondo. L'equipaggio di bordo del Siem Pilot e le autorità norvegesi stanno collaborando con la Guardia Costiera e la Polizia di Stato Italiana con ricerche sia a terra che in mare per trovare il marinaio. La ricerche stanno proseguiranno per tutta la giornata di oggi mercoledì 16 settembre. 

La Polizia norvegese a bordo e il National Criminal Investigation Service (NCIS) Norvegese stanno fornendo alla Polizia italiana tutti gli elementi utili in loro possesso per coadiuvare le Autorità italiane nello sforzo. I parenti sono stati informati e sono arrivati a Catania unitamente ad un rappresentante dell’Armatore della nave e due sacerdoti. Si precisa che sono stati rinvenuti la Maglietta grigia e il telefono dello scomparso lungo i binari della metropolitana di Catania nel tratto tra il porto e la stazione centrale.